Le fondamenta della città


La storia di Jesolo si sintetizza nei nomi che ha assunto nel tempo: Equilium, Cavazuccherina ed infine Jesolo. L'attuale territorio era nell'antichità una laguna, all'interno della quale la più grande isola venne conquistata e chiamata dai romani “Equilium”, terra dei cavalli.

Con il crollo dell'impero romano, gli abitanti di Oderzo, per difendersi dai barbari, si rifugiarono a Eraclea e sull'isola di Equilio che chiamarono Jesolo. Successivamente la città entrò a far parte della Venezia marittima, entità che in seguito diede origine alla Repubblica di Venezia. Fu fatto, alla fine del 1500, un importante intervento di diversione fluviale dei fiumi Piave e Sile con un canale che fu realizzato dall'ingegner Zucharin il quale diede nome al nuovo abitato, Cavazuccherina.

Tale nome resistette all'invasione napoleonica e degli Austriaci, fino al 1930, anno in cui il Regno d'Italia gli ridiede il nome di Jesolo.

Negli anni trenta vi fu la rinascita di Jesolo: nacquero infatti i primi stabilimenti per le cure elioterapiche con i primi alberghi ed i primi ristoranti. Attualmente, Jesolo ospita oltre 6 milioni di turisti che trascorrono le vacanze nelle sue splendide spiagge, partecipano ai tanti spettacoli organizzati, passeggiano sull’isola pedonale più lunga d’ Europa.

Jesolo offre attrazioni, divertimenti, locali, pub, ristoranti, negozi e non solo... A voi la scelta!