MIGLIOR TARIFFA
ONLINE GARANTITA

> Le mie prenotazioni
Venezia e le isole

Newsletter

( * )

Da non perdere

Venezia e le sue isole

Tra i molti tesori della città di Venezia, ce n'è uno da scoprire con particolare attenzione: è quello della laguna, un patrimonio storico-naturalistico, ma anche umano, di assoluto valore. La laguna per Venezia è come una madre, elemento liquido primordiale che l' ha nel tempo generata, protetta e che infine l'ha restituita così unica nella sua conformazione.

 

Inutile dire che un' esperienza nella laguna veneziana, anche la più breve, si trasformi in un salto nel passato, in una ricerca di quel famoso ""tempo perduto"" che ci riporta alle origini e ai valori essenziali della vita. A seconda del tempo a disposizione si può scegliere in maniera molto elastica (visto anche la buona frequenza dei mezzi pubblici di collegamento) l' itinerario preferito. Ecco qualche breve nota.

 

MURANO. E' forse la più famosa delle isole della laguna di Venezia. Qui venne concentrata l'industria del vetro, un' arte che tradizionalmente si tramanda di padre in figlio. Inevitabile una visita quindi alle famose fornaci, alla basilica di San Donato (contemporanea a quella di piazza San Marco) e naturalmente al prezioso museo Vetraio: ci si arriva in soli 15 minuti.

 

BURANO. Posta ad una trentina di minuti dalla precedente è ancor oggi con Pellestrina un attivo centro di pescatori. Con Torcello forma l' itinerario più classico alle isole dell' estuario. Qui il visitatore troverà una delle atmosfere più tipiche della laguna di Venezia, sia dal lato umano che urbanistico. Il merletto darà modo di scoprire i segreti e le meraviglie ""della più nobile e la più italiana delle trine"". Burano è anche l' isola preferita dai pittori grazie alle sue piccole case colorate a tinte vivaci sospese tra l' azzurro cielo e il verde della laguna.

Avendo a disposizione un pò di tempo, dalla piazza principale si può arrivare (via acqua) alla suggestiva isola di San Francesco del Deserto immersa poco distante in una folta macchia di cipressi. Qui frati francescani condurranno l' ospite alla visita dell' antico monastero e della chiesetta fondata, si dice, dal santo di Assisi.

 

TORCELLO. Isolata tra le barene deserte, si pone a dieci minuti di navigazione da Burano. E' l' antico capoluogo della laguna di Venezia. Fino al XVI secolo fu uno dei primi e più fiorenti centri abitati della laguna. Ora, a ricordare un' epoca ormai lontana, restano due gioielli: l' antichissima cattedrale e la chiesa di Santa Fosca (straordinari per valore storico e contenuti artistici). Sono ancora da vedere il museo dell' Estuario con notevoli reperti archeologici (chiuso lunedì); il ponte del Diavolo (sembra il più antico della laguna); il leggendario trono di Attila; e l' austero torrione medioevale, da dove si può godere uno dei più bei panorami della laguna.